La nostra pelle

 

La pelle (o cute) è un organo fondamentale per la nostra vita. Agisce come prima barriera difensiva del corpo dai batteri e dai virus, e una pelle sana mantiene l’equilibrio idrico ed aiuta a regolare la temperatura corporea. E’molto sensibile, e riconosce il minimo tocco e dolore. E’ l’organo più visibile ed esteso, copre una superficie di circa 1,8 mq e costituisce circa il 16% del nostro peso corporeo, ha uno spessore variabile a seconda delle zone, sesso ed età e maggiormente nel dorso, mani, pianta dei piedi e nuca.

La cute ha diversi colori che variano in rapporto alla etnia e alle aree del corpo, il colore dipende da tre fattori: i vasi sanguigni, il tipo di cute e i pigmenti.

La pelle è formata da 3 strati con funzioni diverse, dall’esterno all’ interno:

  • EPIDERMIDE
  • DERMA
  • IPODERMA

 

Vediamoli in modo più approfondito.

 

EPIDERMIDE

E’ lo strato più esterno della pelle e si rinnova continuamente, è formato da 5 strati cellulari sovrapposti, non ha una circolazione sanguigna propria e dipende dal derma sottostante. Funziona da prima barriera contro gli agenti e danni esterni, e controlla l’aggressione dei batteri e la disidratazione.

Lo strato cellulare più importante è lo strato corneo, impermeabile all’acqua e con una elevata capacità rigenerativa, ed è qui che le cellule morte vengono regolarmente eliminate.

La pelle è l’unico tessuto dell’organismo ad avere una crescita permanente e rinnova il suo strato superficiale ogni 20-30 giorni, questo spiega anche il fenomeno della cicatrizzazione spontanea.

Cosa importantissima, lo strato corneo, insieme al sudore e alla secrezione sebacea, costituisce sull’epidermide un film idrolipidico che funge da emulsione protettiva.

Annessi cutanei sono le ghiandole sudoripare che producono il sudore, fondamentale per la termoregolazione, e le ghiandole sebacee che producendo il sebo, lubrificano e proteggono la cute dall’aggressione dei microbi.

DERMA

E’ lo strato intermedio della pelle, che serve al nutrimento e al sostegno e perciò ricco di vasi che veicolano nella circolazione sanguigna le sostanze prenetate.

E’ formato da fibre di collagene che danno compattezza e coesione alla pelle, mentre le fibre elastiche resistono alla trazione e alla deformabilità.

All’interno del derma troviamo i fibroblasti, che producono collagene ed elastina, e molecole proteico-zuccherine, capaci di trattenere grandi quantità d’acqua e gonfiandosi formano come un gel che da turgore alla cute, la più importante è l’acido ialuronico.

Collagene

Sono fibre che si intrecciano in fasci, formando una rete di straordinaria compattezza. Hanno una elevata resistenza alla trazione e una capacità di ricambio cellulare notevole. Superati i trent’anni di età iniziano a degradarsi e la cute inizia a cedere ed invecchiare.

Elastina

A differenza del collagene ha notevoli proprietà elastiche e le sue fibre si ramificano formando un reticolo. Intrecciandosi con le fibre del collagene donano elasticità all’intera struttura e conferendo al tessuto connettivo robustezza, sostegno, elasticità e resistenza.

Sostanza fondamentale.

E’ la sostanza sotto forma di gel che si trova in tutto il derma e in essa avvengono processi di vitale importanza, come permettere il passaggio dell’ossigeno e delle sostanze nutritive, o all’inverso, dell’anidride carbonica e delle scorie metaboliche.

L’acido ialuronico è uno dei maggiori costituenti, che ha la capacità di legare grandi quantità di acqua, e l’elasticità, il tono, la pastosità e il turgore della pelle dipendono in gran parte dalla quantità di acido ialuronico presente nel derma.

 

 

 

 

IPODERMA

E’ lo strato cutaneo più profondo e tramite la sua struttura spugnosa, ammortizza e sostiene da traumi esterni e inoltre isolala pelle dagli organi sottostanti. E’ ricco di sostanze iposolubili quali i lipidi, vitamina A etc.)

Ha varie funzioni:

  • Di riserva energetica per attingere in condizioni di emergenza
  • Tramite una continua produzione di calore dovuta agli acidi grassi presenti, isola dal freddo i tessuti sottostanti.
  • Protegge e ammortizza tessuti e organi sottostanti.
  • La conformazione del tessuto adiposo,inoltre, è di fondamentale importanza per l’aspetto estetico.

GHIANDOLE, FORMAZIONI PILIFERE E UNGHIE

Ghiandole sudoripare

 

 

Le ghiandole sudoripare si dividono in ghiandole eccrine e ghiandole apocrine.

Le prime producono il sudore eccrino che è fondamentale per la termoregolazione, in quanto evaporando aiuta a mantenere costante la temperatura del corpo. E’ composto da acqua, sali minerali, acidi, tracce di grassi e glucidi. E’ limpido e di reazione acida. La sudorazione è stimolata anche da situazioni di paura o ansia in special modo nei palmi delle mani e nella pianta dei piedi.

Le ghiandole apocrini invece sono importanti per veicolare i feromoni, sono presenti in maggior misura nella zona delle ascelle e in generale dove sono presenti peli, il loro sudore ha Ph acido e se non fosse diluito dal sudore eccrino tenderebbe a seccarsi come una colla. I batteri presenti sulla pelle lo attaccano e lo decompongono formando il caratteristico cattivo odore.

Ghiandole sebacee

Producono il sebo e si trovano in tutto il derma a parte il palmo delle mani e la pianta dei piedi, e in massima parte sulla fronte, guance, mento petto e schiena. La ghiandola sebacea si rinnova di continuo ed il sebo, ricchissimo di sostanze grasse, si mescola con la secrezione sudorale formando una pellicola  che mantiene la pelle morbida e ben idratata, inoltre la sua acidità aiuta a tenere lontani agenti aggressivi come batteri e funghi.

 

 

 

 

 

FUNZIONI DELLA PELLE

 

La pelle è l’unico organo con un fronte interno ed uno esterno. Internamente la funzione è come gli altri organi: scambi metabolici, circolazione e metabolismo. Esternamente, ha funzioni di difesa, separazione, protezione ma anche di comunicazione tra la persona e il mondo esterno.

Funzioni che hanno bisogno di caratteristiche, come permeabilità ma anche di impermeabilità, resistenza, elasticità e compattezza. Ma in tutto questo deve anche mantenere una grande sensibilità che ci permette di ricevere i più sottili stimoli dall’esterno.

 

La protezione agisce contro agenti esterni come virus, batteri e funghi ma anche contro agenti fisici, meccanici e chimici.

Per esempio una sostanza acida, se messa sulla pelle, viene neutralizzata sia dal film idrolipico sia dallo strato corneo, lo strato più esterno della nostra pelle.

Ma anche la difesa contro le radiazioni solari è una importante caratteristica grazie alla melanina, che attenua l’effetto dannoso.

La pelle inoltre, regola e controlla il contenuto idrico del nostro organismo, funzionando da barriera semimpermeabile tramite:

  • una membrana dove passano i liquidi nutritivi che provengono dal derma sottostante
  • I lipidi intercellulari, e le sostanze idratanti naturali – NMF Natural Moisturizing Factor , che aiutano a trattenere l’acqua
  • La pellicola idrolipidica acida di superficie, con un PH compreso tra 4 e 6,5

 

 

ASSORBIMENTO E BIODISPONIBILITA’

 

Per assorbimento cutaneo si intende il passaggio di una sostanza attraverso i vari strati della pelle fino a raggiungere i capillari.

Un effetto questo che comunque non rientra nelle funzioni cosmetiche, i cosmetici non dovrebbero arrivare alla via ematica.

 

La penetrazione nella pelle e quindi l’efficacia di un prodotto cosmetico dipende da vari fattori:

  • Grandezza della molecola
  • Stato di idratazione della pelle
  • Spessore dello strato corneo
  • Tempo di permanenza delle molecole sulla pelle
  • Veicolazione della molecola
  • Età della persona
  • Quantità di prodotto applicato

 

La biodisponibilità indica la quantità di prodotto cosmetico che viene assorbita attraverso la pelle e che quindi può espletare la sua azione.

La penetrazione delle sostanze e la loro presenza negli strati più profondi della pelle è fondamentale per rendere effettivi i risultati in particolar modo riguardo all’invecchiamento della pelle, andando quindi ad agire sulla causa del problema e non sull’effetto esteriore.

In effetti, dobbiamo dire che la pelle naturalmente costituisce una barriera chimica e fisica e si oppone al passaggio di tali sostanze, quindi più il prodotto è buono e più è disponibile per svolgere la sua funzione.

 

E’ importante anche sapere che la penetrazione viene influenzata dallo stato di idratazione dell’epidermide, più questo strato è idratato, più facilmente le molecole riescono a penetrare gli strati più profondi.

Le varie molecole una volta raggiunta la loro destinazione, svolgono la loro specifica funzione migliorando la biodisponibilità delle sostanze attive e di conseguenza gli aspetti positivi.

 

 

 

 

 

SENSIBILITA’

 

La pelle è considerata anche un organo di senso, in quanto ci permette di relazionarci con l’esterno.

Ha due tipi di terminazioni:

  • Libere, che raccolgono le sensazioni di dolore, sono situate nel derma e arrivano fino all’epidermide
  • Corpuscolari, costituite dalla terminazione della fibra nervosa

 

La pelle reagisce ai seguenti stimoli:

  • Tatto
  • Caldo
  • Freddo
  • Dolore

 

TERMOREGOLAZIONE

 

Per mantenere una temperatura costante, il calore metabolico che supera la soglia di normalità deve essere disperso. A questo punto entra in azione la pelle, che regola la temperatura del corpo anche verso la temperatura esterna, e tramite il sistema nervoso vegetativo fa affluire più sangue facendo dilatare i vasi sanguigni, contemporaneamente agisce anche sulle ghiandole sudoripare aumentando la sudorazione, tutto questo determina perdita di calore.

Al contrario, quando fa freddo si suda molto meno e la contrazione dei vasi sanguigni limita la circolazione del sangue nella pelle, favorendo una minore dispersione termica.

 

FUNZIONI DI DEPOSITO E ACCUMULO

 

La pelle svolge anche funzioni di deposito del sangue che dirotta secondo necessità verso altri organi, anche il tessuto adiposo presente nell’ipoderma ha funzione fondamentale che garantisce il nutrimento energetico e la sua protezione.

 

 

Lascia un commento

Per te gratis un interessante e completo report sulle principali cause per la formazione di rughe e macchie, e come eliminarle

Accedi al report lasciando qui sotto il tuo indirizzo email, potrai anche ricevere, di tanto in tanto,  altri interessanti report su argomenti di cosmetica